40 ANNI E PIU’ (e non sentirli)

C’era una volta il 1981 …………. e qui inizia la fiaba del “Karate Club Schio” grazie all’impegno pionieristico di un ristretto gruppo di appassionati di Arti Marziali ed in particolare del Karate, di quello originario, duro e spartano, senza tanti fronzoli, nato e cresciuto per esigenze di sopravvivenza e difesa personale e non per esaltare il proprio ego con i risultati di una gara sportiva.

C’era una volta………ma c’è ancora.

Così come ci sono ancora alcuni personaggi all’epoca ragazzi/e o poco più. Certo, adesso sono diventati Uomini e Donne, Cinture Nere di Karate, sempre pronti e disponibili a condividere con i nuovi Allievi/e conoscenze, competenze, passione ed entusiasmo per far sì che possano crescere e diventare Persone migliori, più forti e più sane, perfettamente integrate nella Famiglia, nella Scuola, nella Società. Per raggiungere questo ambizioso obiettivo hanno utilizzato l’insegnamento originale del Karate, fatto sì di rispetto per la tradizione giapponese ed Okinawense, ma pronto a raccogliere l’entusiasmante sfida del cambiamento e del rinnovamento, adeguandolo ai tempi moderni e attualizzando a tal fine anche le metodologie dell’insegnamento sportivo, sempre più calibrato per adattarsi ai nuovi praticanti occidentali e per rispondere alle attuali esigenze del terzo millennio. Ora non c’è più bisogno (o almeno si spera) di imparare una micidiale arte marziale per difendere continuamente la propria vita e quella dei propri cari, ma di apprendere e fare proprie qualità e abilità psicofisiche, di  crescere con i valori di rispetto per le regole, per sé stessi, per gli altri, di onestà, di condivisione, di inclusione, di solidarietà, di mutua prosperità, di onore, di abitudine al sacrificio, alla pratica costante, al confronto leale, in grado di far crescere la propria autostima e che ci rende pronti ad affrontare e dominare le insidie della vita quotidiana.

E’ difficile in poche parole esprimere quello che rappresenta per noi la scuola di Karate a Schio, soddisfazioni, ricordi sportivi indimenticabili, amicizie sincere; comunque per tutti noi un periodo bellissimo della vita, del quale sentiamo una dolce nostalgia che alimenta la nostra voglia di guardare, accettare ed affrontare nel migliore dei modi le sfide del presente per garantirci un futuro migliore.

I primi anni sono stati difficili, ma l’entusiasmo e la passione per questa arte marziale sono via via cresciuti in tutti noi, consapevoli dei benefici formativi che la sana attività marziale/ sportiva ci sapeva offrire.

Dicevamo, nell’ ottobre 1981 la nascita della nuova Associazione Sportiva, denominata “Karate Club Schio”.

I primi passi presso la palestra del Castello sita in Schio, con tanti giovani inizialmente spinti in Palestra dai tanti film che in quegli anni, erano dedicati alle arti marziali.

Nel 1989 il Karate Club Schio si trasferisce dalla palestra del Castello alla palestra storica del Karate Veneto  “lo Shotokan” in Via S. Giovanni Bosco. Struttura riportata in vita e rimessa a nuovo per continuare il cammino intrapreso dal Karate Scledense: nasce così  il “ BUSHIDO KARATE CLUB SCHIO”.

Tantissime cinture nere si sono formate al Bushido di Schio, qualcuno ha smesso, altre continuano in altri club causa trasferimento per lavoro e/o famiglia, ed altri hanno fondato la loro scuola.

 Ma se un’Associazione Sportiva con un obiettivo così importante non si rivelasse come l’albero di ciliegio, che con la strabiliante bellezza dei suoi fiori, unita però alla loro caducità, ogni anno torna a fiorire nuovamente, dando nuova linfa e vita per continuare a stupire chi ha la fortuna di poterli ammirare, non sarebbe resistito per quasi mezzo secolo.

Si, possiamo essere orgogliosi del nostro percorso.

Nel tempo, la nostra partecipazione nei campi di gara è man mano aumentata per quantità e qualità ; molti sono stati gli entusiasmanti risultati  Nazionali ed Internazionali, anche se lo scopo primario della nostra società è sempre stato, e rimane, quello di avvicinare TUTTI i ragazzi giovani e meno giovani  allo sport marziale, come veicolo formativo ed educativo. Il Karate è di tutti e per tutti, e ogni ragazza/o deve aspirare a diventare “il Campione di se stesso”.

Tante bambine/i, oggi genitori, e tante famiglie hanno vissuto il Bushido, conservando nel tempo rapporti di vera amicizia, e con grande piacere ed orgoglio oggi accogliamo in Palestra i loro figli che proseguono questa pratica marziale, anelli di una lunga catena di Maestri ed Allievi, che tramanda la propria tradizione per generazioni.

La tenacia negli allenamenti e il sano agonismo come scuola di vita hanno contraddistinto i nostri ragazzi sui campi gara di tutta Italia e nel Mondo.

Quale è stato il segreto di questi 40 anni della nostra società?

Il Bushido è rimasto una grande famiglia nell’ambito della quale tutti, indistintamente, dirigenti, tecnici, atleti e genitori, operano con entusiasmo e perseveranza per mantenere un ambiente sempre accogliente e qualificato, al servizio di tutti quei giovani che amano trascorrere in amicizia parte del loro tempo libero, svolgendo una sana pratica sportiva e traendone notevoli benefici, morali fisici e sociali.

Come non ricordare le storiche e indimenticabili trasferte con il pullman, dove si scherzava e si cantava a squarciagola, gli incitamenti sempre conditi con la giusta educazione ai nostri ragazzi per spronarli a non mollare, il ritrovarsi dopo le manifestazioni per preparare e condividere gustosi pranzetti e dove non è mai mancato più di un brindisi per festeggiare la partecipazione e diverse vittorie.

Se è vero che il tempo dà l’esatta misura di un’opera, del suo valore ed importanza, allora i 40 anni e più che il Bushido festeggia sono il più eloquente attestato di merito per  questa società: dal germoglio è cresciuta una pianta rigogliosa che  di anno in anno continua ad offrire frutti preziosi.

 Il successo è la voglia di trasmettere ai giovani l’amore per il karate facendone strumento di aggregazione e di educazione alla vita.

Il Bushido ha saputo aggiornarsi in questi anni per affrontare le sfide del futuro proiettandosi verso nuovi traguardi, senza perdere mai di vista l’obiettivo delle sue origini, i suoi valori, i suoi ideali.

**Covid permettendo, per il 2022 si prevede un calendario ricco di appuntamenti, eventi, Stage, Esami e per chi vuole, molte gare a livello Interregionale, Nazionale ed Internazionale. Grazie alle buone relazioni nazionali e transnazionali della Federazione, sono stati inseriti in calendario, in aggiunta al Campionato del Mondo IKU in Italia ad ottobre 2022, diversi eventi internazionali:

– WKA Mediterranean Cup (Ta Qali -Malta- 11-13 marzo 2022)

– Campionato del Mondo WKC-Russia (Ceboksary -Russia- 24-26 giugno 2022)

– Copa Kobukan (Cuzco -Perù- 20-21 agosto 2022)

– Polish International Cup (Stettino -Polonia- 27-28 agosto 2022)

I ringraziamenti vanno davvero a tutti, Atleti, dirigenti, tecnici e genitori, a quelli che hanno preso altre strade, a quelli che per vicissitudini di vita hanno smesso. Tutti hanno contribuito a questo grande successo.

Un sentito ringraziamento all’Amministrazione Comunale, presieduta dal Sindaco Dott. Valter Orsi e all’Assessore allo sport Aldo Munarini che hanno sempre creduto in noi, non facendoci mai mancare il necessario supporto logistico.